Sonetti a Orfeo – I/XIX

Rainer Maria Rilke (1875-1926)

Se anche rapido il mondo,
come forma di nuvola si muta,
ritorna alla sua origine
ogni cosa compiuta.

Alto su ciò che passa,
e più vasto, più libero,
rimane il tuo canto,
Dio della lira.

Non si spiega la pena,
l’amore non si impara,
e ciò che nella morte ci allontana

non si rivela.
Solo il canto che vola sulla terra
consacra e onora.

(1922)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.