Roberto Michilli – Tristezza di Erode 1/11

E’ livida la luna questa sera,

L’aria brucia come il fiato di un drago

E una cupa tristezza senza nome

M’avvolge il cuore col suo velo nero.

Danza per me, ti prego, Salomè,

Aiutami a scacciare la mia pena.

Potrai chiedermi quello che vorrai,

Se metterai quei veli colorati.

Vuoi che lo giuri, Salomè, mia cara?

Lo giuro: ti darò anche il mio regno

Se danzerai per i miei occhi stanchi.

da Attraverso la vita, EGI 2001

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.