2-t1

Giuliano Mesa (1957-2011).

 

e poi (e poi) –
e poi è tutto nel ridursi?
dopo, nel dopo,
a poco, poco dopo?

non rosso d’anguria
(di globuli increspati d’ossigeno)
non questo giallo d’aria stinta
(eppure tinta, ancora, come se tingessimo)
non questo azzurro e il bianco
che fanno le nubi lassù,
che fanno, ancora, anche paura
(e ancora dire, e ancora – pensa – un tremito)

(e poi il nero, il nero –
e poi il nero che non finirà)

(una tua mano, nel tuo sonno, ti stava accarezzando –
non moriremo più)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.