Ludovica Raimondi cita Il sogno di ogni uomo

Sì al Montepulciano, No al petrolio

Il 12 luglio scorso il Ministero dello Sviluppo economico ha accordato alle ditte petrolifere Gas Plus Italiana, Medoilgas e Petrorep Italiana il permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi, denominato “Colle dei Nidi” e riguardante i territori delle Province di Teramo e Ascoli Piceno per una superficie di 83,19 Km². Una concessione avvalorata dall’intesa rilasciata nel 2008 dalla precedente Giunta Del Turco e confermata da quella attuale del Presidente Gianni Chiodi in data 24-01-2013. 

I Comuni di Bellante, Mosciano S. Angelo e Campli, pertanto, hanno presentato il ricorso al T.A.R. del Lazio, “per chiedere”, come riferito dal prof. Enzo Di Salvatore, “la sospensiva del permesso di ricerca e per contestare sia l’incompetenza dell’organo regionale, che ha rilasciato l’intesa, sia il mancato coinvolgimento degli Enti locali interessati al procedimento”.

La data dell’udienza è fissata al prossimo 14 Novembre e la Giunta provinciale di Teramo, con la delibera GP-2013-411 del 22 ottobre 2013, ha espresso unanimemente la volontà di non costituirsi in giudizio davanti al T.A.R., lasciando soli, così, i tre comuni nella difesa del territorio e dei cittadini contro l’incombente minaccia petrolifera. Una palese manifestazione di quella che è realmente la politica degli organi istituzionali nazionale, regionale e provinciale, mirante a far diventare l’Abruzzo, Regione Verde d’Europa, una regione mineraria, a dispetto delle tante promesse e rassicurazioni da parte di chi ci governa di impegnarsi nella tutela e nella salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini.

Intanto, “il M5S”, fa sapere l’arch. Attilio Falchi, attivista del gruppo di Mosciano S. Angelo, “sta organizzando diverse iniziative su questi temi, come la campagna trasversale Sì al Montepulciano, No al petrolio in collaborazione con i produttori di vino delle colline teramane e le associazioni ambientaliste, una raccolta firme e una manifestazione di protesta contro tutta la S.E.N. (Strategia Energetica Nazionale) di Clini-Passera, da farsi a Teramo entro la fine dell’anno”.

Dopo la più importante dimostrazione del NO alla petrolizzazione abruzzese, snodatasi per le vie di Pescara il 13 Aprile scorso, gli Abruzzesi, quindi, saranno chiamati a scendere di nuovo in piazza per ribadire a gran voce la volontà di vedere preservate la bellezza del loro territorio, le genuinità dei loro prodotti, la peculiarità del patrimonio storico e artistico della Regione Verde d’Europa.

Non si può, infatti, non condividere le parole del commissario Ricci, protagonista dell’ultimo romanzo di Roberto Michilli, Il sogno di ogni uomo, che così fotografano il nostro territorio: “Questo è il paradiso terrestre, caro Straffi. Mare pulito, montagna a un tiro di schioppo, colline più belle di quelle toscane, gente cordiale, donne bellissime e pappa sublime. Voglio finire la carriera qui. Se mi trasferiscono, mi dimetto”.

Ludovica Raimondi

Articolo pubblicato su GiuliaViva – Quindicinale d’informazione per Giulianova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...