Note di diario. 20 settembre 1982

Ieri con O e i bambini a Perugia, alla Città della domenica, poi traversata in barca del lago Trasimeno e, sulla strada del ritorno, fugacissima visita ad Assisi, o meglio a quel tanto di Assisi che si incontra dal parcheggio alle chiese del Santo. Colpito, a dispetto della fretta, della gente e della (in)disposizione di spirito, dal “San Francesco che parla agli uccelli”, da quello in cui parla ai confratelli riuniti (masse, composizione, volumi) e da un paio d’altri. Il coro per me vale **. Meriterebbe una visita seria. L’illuminazione però è carente, e le 200 lire richieste per la luce sortiscono un effetto miserrimo. Chissà di giorno?  Lo sguardo distratto sulla campagna umbra, che si intravedeva appena data l’ora e le brume incipienti, è stato sufficiente per dar credito alle immagini di pace/serenità etc. che sarebbero suscitate dalla medesima. Pellegrini!! C’era un cartello che elencava gli alberghi: un numero incredibile rapportato alle dimensioni del paese, senza contare gli alloggi nei monasteri, abbazie, istituti religiosi vari e le stanze in affitto. I bambini comunque si sono divertiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...