Le inseparabili

winckelmann in venedig

La Gina e la Gianna erano inseparabili. Immancabilmente presenti una a fianco dell’altra, quasi fin da subito erano diventate, per me e per gli altri del gruppo di amici del primo anno di università, Laginelagianna. Delle due, la Gina era la dominante: non bellissima, una gran testa di capelli corvini e il nero e solo nero dell’abbigliamento facevano risaltare l’eterno suo pallore, sul quale, unica concessione all’edonismo, spiccavano due labbra perennemente rivestite di un rossetto scurissimo. Fumava ad ogni ora del giorno e della notte e cominciava ad agitarsi se aveva coscienza che nella borsa portava meno di tre pacchetti di MS. Parlava sempre a voce bassissima ed era il ritratto stesso dell’austerità: la sua colazione tipo era una moka da due versata in un bicchiere di vetro con un dito di latte. Con una mano ci intingeva uno o due biscotti secchi, con l’altra teneva la sigaretta.
La Gianna era il suo…

View original post 782 altre parole

Lavoro in Australia: non tutto oro quel che luccica

lagunaweblog

Se e’ vero che il 2013 e’ stato un anno record per l’emigrazione italiana in Australia, come scrivevo qui poche settimane fa, c’e’ pero’ un aspetto che deve essere tenuto in considerazione: questo Paese e’ giovane e fondamentalmente per giovani.
Tante sono le discussioni che circolano in rete a riguardo: sono stanco dell’Italia, qui non funziona niente, non ho un lavoro, sono stritolato dalle tasse, basta vengo in Australia, tanto li si sta bene e c’e’ lavoro, no?! Beh si e no.
Entrare in Australia e’ facile, tantopiu’ se si e’ sotto i 30 anni: Working Holiday Visa con limitate possibilita’ di lavoro vengono concessi con relativa facilita’ e lavori casual piu’ o meno regolari se ne trovano, per giovani che vogliono “farsi un’esperienza”.
Ma se l’idea e’ quella di cercare una seconda chance dopo una vita di sacrifici in Italia, e’ bene tenere in conto che i Visti lavorativi per…

View original post 158 altre parole