Lei lavora

vibrisse, bollettino

Sono sull’autobus numero 3. Vado in stazione. Mi arriva una telefonata. Rispondo cercando di non dar noia.
Nel corso della conversazione uso una quantità di parole, tra le quali: agente, termine ultimo, Einaudi, anticipo, London Book Fair, novemila copie, risoluzione di contratto, Marsilio, editing, percentuale.
Quando chiudo la conversazione (mancano due fermate alla stazione ferroviaria) mi si avvicina un ragazzo massiccio.
“Mi scusi”, dice il ragazzo massiccio.
Ha una vocetta gentile, da uccellino.
“Mi dica”, dico.
“Lei lavora nell’editoria?”, dice il ragazzo massiccio.
“Li ha scritto un romanzo?”, dico.
“No”, dice il ragazzo massiccio.
“Bene”, dico.
“Ne ho scritti tre”, dice il ragazzo massiccio.
“Una trilogia fantasy?”, dico.
“Sì”, dice il ragazzo massiccio. E sorride.
Allora noto l’accento modenese. Allora mi frulla in mente un nome.
“Riccardo”, dico.
“Sì”, dice il ragazzo massiccio. Ha un mezzo sorriso, poi fa un passo indietro: quasi spaventato.
In quel momento arriviamo in stazione…

View original post 57 altre parole

Come scegliere le scarpe con i tacchi

Il nuovo mondo di Galatea

L’uomo delle consegne è lì, in un angolo del negozio di scarpe, perché la commessa non ha tempo per firmargli la bolla, dato che il negozio è pieno di clienti. Così guarda, in giro, e guarda anche me, che sono davanti allo specchio e sto provando un paio di scarpe, poco convinta.
“Ti faccio provare queste – dice la commessa – Quelle erano un tacco otto, queste sono un tacco dodici.”
“Ok ” dico io, e zompetto sui tacchi in prova verso le specchio, perplessa. Valuto, guardo, poi incrocio lo sguardo dell’uomo delle consegne, che, senza rendersene conto, sta facendo sì, sì sì col capo.
“Le compro” dico io.
Quando si tratta di scarpe col tacco, bisogna sempre fidarsi del parere degli esperti. Gli uomini.

View original post

Il nutrimento primaverile: Ibsen

Francesca Bonafini

Per la mia rubrica Mandibola. I nutrimenti di Bonnie sulla rivista Stra Occupati ho scelto per la primavera I pilastri della società di Henrik Ibsen, edito per la prima volta nel 1877, ora reperibile in Ibsen. I capolavori (Newton Compton, 2011).
Tema di questo numero: “Ben venga il caos, se l’ordine non ha funzionato” (Karl Kraus). La copertina è di Vania Barbato.

cover stra7

La mandibola ibseniana è scaricabile qui.

ibsen

Stra Occupati ha una pagina facebook: stringete amicizia.
Tutti i numeri della rivista si possono sfogliare gratuitamente qui.

logo stra7

View original post