Le campane del 25 aprile

winckelmann in venedig

CesenaGuerra

Nell’ottobre del 1944 mia mamma compiva undici anni, mia nonna ne aveva trentuno ed era incinta del quinto figlio; mio nonno ne aveva trentatré e dieci gliene restavano da vivere. Dallo scoppio della guerra fino all’otto settembre era stato militare, soprattutto in Jugoslavia, poi dopo l’armistizio si era dato alla macchia ed era tornato a casa ma doveva restare nascosto. A un certo punto fu anche catturato dai tedeschi e messo su un camion assieme ad altri “traditori” per essere portato via, ma con un compagno riuscì a scappare e a piedi tornò indietro una seconda volta. A maggio del ’44 erano cominciati i bombardamenti sopra la Romagna: gli Alleati avanzavano da sud ma tutta la regione era ancora in mano all’esercito tedesco. Il nonno era nascosto a Martorano, un paese fra i campi fuori Cesena, e quando la vita in città divenne pericolosa per le bombe anche mia nonna…

View original post 345 altre parole