Non ci resta che piangere

winckelmann in venedig

DSCF6491

Come quelle del Signore, anche le vie dell’ACTV sono infinite. Da un anno a questa parte questi cartelli gialli affiancano le entrate di tutte le fermate dei vaporetti: se non fossero l’ennesima tragica conferma che la peggiore azienda di trasporti urbani del’emisfero boreale (e forse anche dell’altro) è in mano a un branco di squilibrati, ci sarebbe da sbellicarsi dal ridere.
Premesso che nel corso di questo anno di vigore della terroristica minaccia non ho mai assistito né sentito dire di controlli o tanto meno di multe fatte all’interno dei pontoni, si multa forse in terraferma chi sta alla fermata dell’autobus senza biglietto? E se piove e semplicemente mi riparo, devo forse pagare il biglietto anche se non voglio prendere il vaporetto? Se accompagno la mamma alla fermata, se faccio chiacchiere con gli amici in attesa che loro si imbarchino, se vengo a prendere la zia Eulalia in visita da Zerobranco, devo pagare…

View original post 172 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...