Il libro visto da Francoforte

dei libri passati presenti e futuri

Di ritorno da due giorni alla Buchmesse di Francoforte per ragioni di lavoro, riporto qui alcune riflessioni e appunti che ho raccolto prima, durante e dopo il viaggio in quello che senza dubbio è il tempio del mondo editoriale.

1. Il libro cartaceo è vivo e vegeto
Non mi è sembrato affatto che il libro sia un oggetto in via di estinzione e devo dire che leggere questo articolo sull’Economist non ha fatto che rafforzare e confermare questa mia impressione. Articolo beconomistreve, quasi una didascalia estesa di un’immagine che mostra le vendite di libri cartacei e digitali in U.S..A e in alcuni paesi europei (tra cui l’Italia) dal 2007 al 2018, quindi con una proiezione futura che prevede, solo per Stati Uniti e Gran Bretagna, un sorpasso del digitale sul cartaceo – senza però includere il settore professionale e scolastica, elemento di non poco conto.

Resta comunque il…

View original post 629 altre parole

Little Free Library: biblioteche gratuite a Roma

LiveRomeguide

Le Little Free Library sono un movimento negli Stati Uniti e in tutto il mondo che offre libri gratuiti alloggiati in piccoli contenitori.
Le biblioteche possono essere trovate attraverso le loro coordinate GPS. I proprietari ricevono un cartello che recita “Little Free Library”. Hanno spesso la frase: “Prendi un libro. Lascia un libro.”

In Italia sono una dozzina; due a Roma, entrambe nella zona Nord (Inviolatella Borghese e Tomba di Nerone), quattro nella zona di Milano, due a Trento e altre cinque finalmente al sud, in Puglia a Cavallino (basta andare sulla home-page di www.littlefreelibrary.org per conoscere la posizione di tutte le LFL nel mondo).

Per quanto riguarda la Capitale, dopo le due Little Free Library sorte nel 2012, la prima nel parco di via Villa Lauchli, a Vigna Clara, e la seconda nei giardini di Tomba di Nerone, prime LFL in assoluto a nascere a Roma, altre…

View original post 44 altre parole