Amneris e la sua modista

Il cavaliere della rosa

Fra le tremila persone accalcate, ieri sera, la maggioranza era d’uomini illustri, o celebri, o per lo meno noti, come per esempio l’oste Brébant, che non manca mai ad una prima rappresentazione. I sovrani dell’attuale Repubblica c’erano tutti. Grévy, Gambetta, Clémenceau… il Ministero in massa, la Camera e il Senato largamente rappresentati.
Le dame alto locate c’erano tutte, anche le devote, ad onta della settimana santa: di belle parecchie, quasi tutte scollate, e veri fiumi di diamanti e di perle che serpeggiavano sulle eburnee spalle. Dei giornali non mancava né un direttore, né un critico più o meno autorevole. Letterati, artisti e musicisti specialmente, a iosa. Ho veduti, nel Foyer, Gounod solenne, mistico, pontificale; Massenet nervoso, ciarliero, complimentoso; Joncières importante come tutti i maestri foderati di critici; Reyer di malumore mi disse: au Caire, vous savez, c’etait beaucop mieux, ed aveva torto.
Fra le personalità celebri femminili noterò…

View original post 811 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...