Zo4.

annonudo

Matrimonio: tanto va la gatta al lardo…

Dicono che, una volta, non si facevano matrimoni senza dote.
Ogni fidanzato che si rispettasse metteva il coltello alla gola dei genitori della fidanzata e chiedeva: ditemi che dote avrà, quanti soldi, altrimenti non la sposo.
I genitori, dallo spavento, fissavano la somma e riferivano dove fosse la dote della ragazza. Al giorno d’oggi, la parola “dote” ormai è dimenticata. Si fa anche fatica ad immaginare come doveva essere una volta.
Naturalmente, anche oggi ci sono dei tipi che si danno da fare per ottenere, col matrimonio, qualcosa in più: un qualche mobile, una stanza o al limite un abito usato da ricucirsi per sé.
Però da noi queste cose non accadono così facilmente. E non sempre lo sposo riesce a realizzare una fantasia così bislacca.
Ad esempio, una sciocchezza tale: una spilla carina al petto della vostra ragazza. A volte non significa…

View original post 517 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...