Note di diario. 3 gennaio 1982

Il maestro disse:
«Imparare senza pensare è vano. Pensare senza imparare è pericoloso».
Il maestro disse:
«Se le qualità naturali superano la cultura, l’uomo è rozzo. Se la cultura supera le qualità naturali, l’uomo è come un impiegato. Se cultura e qualità naturali sono parimenti combinate, allora l’uomo è un uomo superiore».
Il maestro disse:
«Se qualcuno non è pieno di zelo, io non lo istruisco. Se egli non fa sforzo alcuno, io non lo illumino. Se io sollevo un angolo ed egli non risponde con gli altri tre angoli, allora io non ripeto la lezione».
Tze-Kung chiese:
«Esiste forse un precetto che si può applicare sino alla fine della vita?»
Il maestro disse:
«Che cos’è la reciprocità? Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te».

Dai Dialoghi misti, discorsi e conversazioni attribuiti a Confucio.