Stagioni dell’haiku – Inverno

I rami spogli
contro il cielo di ghiaccio.
Un freddo grido.

Sotto la neve
insieme al pane cresce
anche l’estate.

Inganni e menti
come il sole d’inverno.
Dai luce ma non scaldi.

Scende la sera.
Si accendono le luci.
Resto nel buio.

Non vuoi giocare?
Assai poco ci resta
allora, amore.

da Attraverso la vita, Egi 2001

Annunci

Stagioni dell’haiku- Autunno

 

Settembre, infine.
I colori smaltati del mattino
sanno di gelo.

Vecchia fontana.
L’acqua cade nell’acqua.
Grato rumore.

Oro tra il verde.
Ora sopra le foglie
piove l’autunno.

Attorti ulivi
nascosti nella nebbia.
Dolore muto.

Non ho ricordi.
Vive sempre con me
tutto il passato.

da Attraverso la vita, Egi 2001

Stagioni dell’haiku – Estate

 

Alba d’estate.
Il sole rosso nasce
dal mare quieto.

Racconta il mare.
Seduto sulla riva
ascolto l’onda.

Tramonto al mare.
Sulle caviglie nude
lacci di vento.

Sera d’estate.
La luce della luna
sulla tua pelle.

Mare ruggente.
Sopra le onde di fango
il cielo nero.

da Attraverso la vita, Egi 2001

Stagioni dell’haiku – Primavera

Modulare accordandosi
sulla nota di un diapason
che risuona nel petto.

Luce di marzo.
Nuvole bianche e nere
pioggia nel sole.

Un nuovo amore
per raccontare ancora
tutte le storie.

Canta il ruscello.
Dolce canzone d’acqua
tra pietre bianche.

E’ maggio. Cade
come candida neve
seme dai pioppi.

da Attraverso la vita, Egi 2001