Dedica

Per il mio amico Don Fabio Brotto, che come me porta un gaucho nel cuore.

 

          A lei, Don Segundo.

          Alla memoria dei defunti Don Rufino Galván, Don Nicasio Cano e Don José Hernández.

          Ai miei amici domatori e mandriani: Don Victor Taboada, Ramón Cisneros, Pedro Brandán, Ciriaco Díaz, Dolores Juárez, Pedro Falcón, Gregorio López, Esteban Pereyra, Pablo Ojeda, Victorino Nogueira e Mariano Ortega.

          Alla gente dei miei paesi.

          A quelli che non conosco e che stanno nell’anima di questo libro.

          Al gaucho che porto in me, con devozione, come l’ostia nel suo ciborio.

                                                                                                                                         R. G.